Il taccuino di Armando Leotta Rotating Header Image

Tendenze e previsioni per il 2012: top cyber threats

Gli ultimi mesi hanno visto una netta recrudescenza del fenomeno del cosiddetto cybercrime.

Information securityIn particolare, le grandi strutture ed infrastrutture, pubbliche, private o critiche hanno rilevato un aumento degli attacchi alle proprie risorse informative sia in termini di numero di incidenti che di complessità e potenziale impatto degli attacchi posti in essere.

Alcuni studi di settore (a titolo d’esempio 2012 McAfee threats predictions e IBM X-Force threats report), delineano un 2012 particolarmente delicato dal punto di vista dell’ ICT Security.

Da questi report emergono previsioni di altri attacchi mirati su infrastrutture critiche (targeted attack) ed una grande attenzione e preoccupazione per il cosiddetto hacktivism, un attivismo e co-partecipazione in rete che sfocia di sovente, più o meno consapevolmente,  in attività illegali contro siti istituzionali.

Se da una parte, ad esempio, si registra una diminuizione dello spam, dall’altra si sta assistendo ad una vera e propria legalizzazione dello spam tramite l’acquisto di liste di indirizzi/utenti  che hanno effettivamente dato il loro assenso alla ricezione di pubblicità ad altre società a volte ormai fuori dal mercato.

Particolarmente alta l’attenzione per i dispositivi mobili: dalle botnet mobile ai mobile banking attack.

Il 2011 ha segnato quote record per il malware a danno dei dispositivi mobili.

Ricordo che, oltre ad essere una raccolta inestimabile d’informazioni personali,  e-wallet e  homebanking,  i nostri dispositivi mobili evoluti dispongono di funzionalità di geolocalizzazione spesso attive di default e/o non documentate.

Credo sia inutile evidenziare come queste informazioni siano particolarmente appetibili e pericolose se nelle mani sbagliate.

Come sempre, mai allarmismo ma nemmeno ignorare le problematiche: consapevolezza innanzitutto.

Consiglio pertanto di approfondire i due report segnalati sopra ed una mia riflessione in merito al location sharing & privacy, sempre più attuale.

Be Sociable, Share!