Il taccuino di Armando Leotta Rotating Header Image

aprile, 2010:

ForumPA & InnovatoriPA 2010: 19 maggio 2010

All’interno del ForumPA 2010 (17-20 maggio) nella nuova fiera di Roma vi aspettiamo il 19 maggio alla II° edizione di InnovatoriPA, il barcamp degli Innovatori della Pubblica Amministrazione.

logo InnovatoriPA

logo InnovatoriPA

Qui tutte le istruzioni per partecipare ed aderire al programma e/o contribuire attivamente all’organizzazione della giornata.

Dalle proposte, alle azioni” lo slogan di quest’anno.

Vi aspettiamo!

Il privilegio di accompagnare i propri figli a scuola

Molti lo trovano noioso, stressante, un obbligo, un’azione dovuta ma faticosa.

Io purtroppo per organizzazione familiare spesso sono costretto ad uscire di casa presto e ad appoggiarmi ad una struttura privata che accompagni i bimbi a scuola.

Pochi metri, poche decine di minuti ma in una grande città possono fare la differenza e non consentirti di  arrivare in ufficio in tempo.

A volte riesco ad organizzarmi e ad accompagnarli direttamente a scuola.

E’ un’emozione ogni volta. Rivedo colori, profumi e sensazioni che mi portano indietro di 30 anni in pochi secondi.

I grembiuli, lo zaino nuovo, l’odore dei colori, delle merende, il magico vociare dei bambini, quelle  creature minuscole che si chiamano per cognome in cui rivedi te stesso.

A volte leggo la complicità (vai pure, sono bravo e forte, vedi?) altre invece la delusione (devi proprio andare?). So che per tanti è una cosa normale, scontata.

Per me è un privilegio ed in queste occasioni realizzo quanto mi perdo nella routine e nello stress quotidiano.

E oggi ho pure imparato qualche acronimo nuovo: “ma papà, non lo sapevi? E’ pure su facebook!“.

  • Società Che Uccide Ogni Libero Alunno (scuola)
  • Materia Ancora Totalmente Estranea Malgrado Anni Trascorsi In Catastrofici Apprendimenti (matematica)
  • Pazzi Ricattatori Ovvero Fessi Esasperati Sanno Solo Opprimere Ragazzi Innocenti (professori)

No amore, non lo conoscevo.

Grazie bimbi.

Servizi Trenitalia

Servizi Trenitalia:

Andando oltre il gioco di parole, in questi casi si può ancora ritenere “servizio”?
Mi spiego meglio.
È conforme a quanto previsto dalla legge per rendere una carrozza idonea al servizio passeggeri? Basta che fisicamente ci sia la porta del wc per rispettare i requisiti previsti?

Una volta il fil di ferro alle porte, altre la sporcizia che regna sovrana:  ci stiamo abituando a questi disservizi?

Promodigital porta il buzz anche in Italia

Logo Promodigital

Il mese scorso la blogosfera italiana assisteva alla fusione di Wikio e Promodigital. Com'era prevedibile non è passata inosservata nè è stata esente da critiche.

Da chi disquisiva sulla reale operazione finanziaria ("Promodigital è stata acquistata, non è stata una vera fusione") a chi si interrogava sull'etica dietro l'adesione da parte di un blogger ad una campagna sponsorizzata nonchè del concetto un po' strumentalizzato di approvazione del contenuto.

Questo post, a questo punto casualmente sponsorizzato visto che ho iniziato a scriverlo quando avevo deciso di aderire alla prima campagna e non ho mai avuto il tempo di completare e contestualizzare, mi offre l'opportunità di raccogliere in un unico contributo la mia posizione espressa in più discussioni su vari social network.

Dal 16 marzo 2010, dal giorno cioè in cui è stata annunciata la fusione Wikio & Promodigital si è aperta nella blogosfera italiana unaWikio chance in più di comunicazione privilegiata tra blogger e brand.

Lo scopo è quello dei media tradizionali cioè raggiungere il cliente, il target finale della campagna ma lo strumento e le modalità utilizzate sono quelle della nuova comunicazione, del brand reputation. Se da una parte i brand committenti sfruttano i tuoi spazi e visibilità, dall'altra accettano di mettersi in discussione in un nuovo campo che per loro rappresenta una sfida, molto promettente ed attuale ma pur sempre una sfida.

Più volte ho sentito critiche sul possibile rischio di appiattimento della creatività o dell'obiettività del blogger che accetta di scrivere un post sponsorizzato. Il rischio c'è ma dipende da chi scrive, al pari di altre forme di sponsorizzazioni più o meno palesi viste in giro per la blogosfera. 

La mia prima partecipazione inizialmente è stata mossa più per curiosità che per interesse reale verso la piattaforma. Quanto mi sono trovato di fronte mi è sembrato estremamente chiaro, semplice e trasparente. 

Ti viene inviato un invito a partecipare ad una determinata campagna e ti vengono fornite alcune informazioni che il messaggio dovrà veicolare. Sarà poi lo stile e la creatività del blogger che farà la differenza o meno. A quel punto verrà validato o meno da Promodigital: chi ha scritto articoli per giornali o riviste non troverà nulla di strano o di nuovo. 

Al momento, vi sono due tipologie di coinvolgimento: 

  • il video seeding (banner o video del brand da pubblicare in un post o in una sezione/area del tuo blog)
  • la sponsored conversation (creazione di post sponsorizzati)

Sono già centinaia i brand che hanno optato per queste strategie di comunicazione.

Tutti i link inseriti nei contenuti sponsorizzati sono links “no follow”.

 Per informazioni aggiuntive su Promodigital e sulle campagne non esitate a consutare le FAQ di Promodigital:   http://www.promodigital.it/it/commons/14/faq.html  

Si può aderire alle campagne che si vuole, senza alcun tipo di vincolo sulla quantità o tipologia. 

Mi spiace anche deludere chi presagiva pressioni o censure di vario tipo. Al momento, per quanto mi riguarda, rappresenta il miglior esempio di alternativa a Google Adsense: pubblico io, con il mio stile, se voglio, quando voglio quello che voglio sponsorizzare. Puntualmente.

Pare poco? 

 

 



Articolo sponsorizzato

Assistenza clienti 3: la soluzione

E’ bastato poco: una telefonata, un rapido riepilogo e l’intesa.

Hanno ammesso un errore di sistema per l’invio delle notifiche, hanno ammesso che il mio non è un caso isolato, abbiamo concordato che anche io ho la mia parte di responsabilità per non essermi accertato per tempo della scadenza dell’opzione mensile.

Hanno confermato che il sistema di notifiche funzionerà correttamente ad ogni scadenza come atteso.

Morale

Rimborso 3

Rimborso 3

Aldilà di un servizio di assistenza di primo livello che dovrebbe, a mio avviso, essere rivisto per evitare analoghi fastidiosi passaggi a vuoto, devo ammettere che la telefonata di H3G di stasera mi ha soddisfatto: finalmente qualcuno che aveva seguito tutto lo scambio mail e le problematiche multicanale emerse.

Soddisfatto anche dall’esito: l’intero l’importo è stato rimborsato nel giro di pochi minuti.

Resta da chiedersi se erano davvero necessari 9 giorni, 4 mail, 3 thread friendfeed ed un post ma questo lo lascio alle loro considerazioni a valle del processo di valutazione dei risultati della customer care che, quando vuole, evidentemente funziona alla grande.

Intanto, da parte mia, un doveroso grazie.