Il taccuino di Armando Leotta Rotating Header Image

Buzz: prime impressioni sul social network di Google

Interessante, estremamente semplice ed integrato.

Credo sia proprio la facilità d’uso e l’integrazione nell’interfaccia Gmail il punto forte di Buzz.

Contrariamente alle prime indiscrezioni non è in concorrenza con Facebook o Twitter. Si propone piuttosto di unificare streamline di diversi socialnetwork.

E’ presto per una valutazione completa ma una cosa è certa: Google e privacy continuano a non andare d’accordo.

Odiosissima a dir poco l’autofollow. Hai mandato una mail ad un account google all’avvocato della tua ex-moglie o hai scambiato mail con un ex-partner o hai usato gtalk con un ex-dirigente? Ottimo: in automatico ti rende loro follower!

E se ciò non bastasse, lasciando i valori di default, chi mi segue e le persone che io seguo sono pubblicamente disponibili a chi visualizza il profilo.

In altre parole, se non si modificano le impostazioni di default, chi visita il tuo profilo capisce con chi scambi mail e con chi chatti di frequente.

Sarà un bene per Google e per la rapida diffusione del nuovo servizio ma forse sarebbe stato più corretto lasciare questa feature come opzionale e inserire una chiara informativa durante la fase di prima configurazione.

*** Aggiornamento 1 ***

E’ cambiata l’interfaccia e adesso è possibile bloccare l’utente direttamente dalla finestra dei follower senza dover aprire il profilo dell’utente da bloccare. Inoltre, adesso sembra funzionare il block.

Finestra dei follower

Be Sociable, Share!
  • Si, bisogna mettere ordine al profilo ma, comunque, anche facendo questo ha mischiato i followers/following di Buzz con quelli di gReader e non è il massimo, IMHO

  • In effetti era meglio non mischiarli

  • Ecco, a quanto pare il block non funziona. Dunque, come fare a non essere “seguito”?
    Come tenere liste separate da greader e buzz?

  • Non lo so, sto leggendo in giro. Mannaggia

  • Max

    Non so…io ancora non ho capito bene come funziona.
    Mi vedo arrivare Buzz di vecchi miei articoli dei miei blog , oltre a quelli appena scritti, e non capisco come si possa invitare i vari contatti a condividere questo servizio.
    Non che sia indispensabile , ma ancora non mi è del tutto chiaro il suo funzionamento e la sua effettiva utilità.
    Ciao.

    • Max, è in continua evoluzione viste le proteste ed i malumori espressi su più fronti. Io al momento ho limitato il servizio (il turn off in fondo alla pagina te lo nasconde semplicemente ma il servizio è ancora in piedi) il più possibile. Appena ci sarà stabilità, flessibilità e chiarezza nelle impostazioni riproverò a valutarne le potenzialità

  • Max

    Ok…allora vedremo come si evolve, io non sono un esperto di informatica quindi attendo i vostri giudizi e magari consigli sull’utilizzo ottimale.

    Ciao ^_^

  • Pingback: Security Day IBM 2010: punti d’attenzione, tendenze ed osservazioni | Il taccuino di Armando Leotta()