Il taccuino di Armando Leotta Rotating Header Image

Pubblicato il mio contributo sulla sicurezza della firma digitale

mondodigitaleE’ stato pubblicato il mio atteso contributo dal titolo “Sicurezza della firma digitale: stato e prospettive”

Chi volesse dargli un’occhiata dovrà procurarsi il numero 31 di Mondo Digitale.

La versione elettronica invece è liberamente disponibile online su Mondo Digitale o qui.

Ogni commento e confronto è benvenuto.

Be Sociable, Share!
  • Pingback: Quanto è sicura la firma digitale? » Orientalia4All()

  • FabioS

    Complimenti per l’articolo: ben fatto e molto attuale (soprattutto circa l’impiego della potenza delle GPU per scopi differenti dalla grafica), l’articolo arricchisce punti di riflessione già intrapresi, fornendo informazioni aggiuntive circa la robustezza degli algoritmi di cifratura largamente utilizzati per gli impieghi di cui parli, e degli algoritmi, aimè, ancora troppo poco presi in considerazione.

    Come successo per diversi casi precedenti, alla fine la strada che si prenderà, credo, sarà quella che il NIST “deciderà” di intraprendere…

    • Ciao Fabio, ti ringrazio.
      Devo dire che gli algoritmi basati su curve ellittiche sono sempre più vicini anche da un punto di vista normativo. Sono perfettamente d’accordo anche con il peso del NIST: non a caso hanno fatto una call che è durata parecchio che darà alla luce la versione SHA-3 (in progress) http://en.wikipedia.org/wiki/NIST_hash_function_competition
      Non resta che attendere: tieni conto che dell’ultima CALL è nato l’AES. Ne vale la pena direi 🙂

  • L’ho letto tutto. Davvero ben strutturato.
    Che tempi, quando mi occupavo di queste cose su networkingitalia.it 🙁 Sigh!

    • Grazie, son contento ti piaccia. Leggendo il tuo commento mi sorge il dubbio che tu mi stia dando velatamente del vecchietto!? Ahah 😉 ti occupavi di firma digitale??

  • Pingback: La PEC e l’attuale contesto | Il taccuino di Armando Leotta()

  • Pingback: In pillole « ArMyZ’s()