Il taccuino di Armando Leotta Rotating Header Image

Aruba, il servizio PEC e iscrizione elenco pubblico dei gestori PEC presso il CNIPA

I vari interrogativi degli scorsi giorni in merito al downtime di Aruba mi hanno portato a rivedere la Circolare 24 novembre 2005, n. CNIPA/CR/49 nella quale sono specificate leModalità per la presentazione delle domande di iscrizione nell’elenco pubblico dei gestori di posta elettronica certificata”.

Piano di sicurezza, assicurazione a copertura di danni cagionati a terzi, “integrità di dati, indicazione della procedura da seguire al verificarsi di possibili guasti di grande rilevanza che determinino l’arresto del servizio (occorre precisare i tipi di guasti per i quali sono state previste delle soluzioni: calamità naturali, dolo, indisponibilità prolungata del sistema, o altri eventi) e descrizione delle soluzioni proposte per farvi fronte, con informazioni dettagliate circa i tempi e le modalità previste per il ripristino, analisi dei rischi, procedure per la gestione dei rischi  S O L O a citare alcuni requisiti tecnico-organizzativi previsti dalla normativa per l’accreditamento presso il CNIPA (iscrizione nell’elenco pubblico dei gestori PEC).

A giudicare che Aruba PEC è un gestore PEC iscritto a tale elenco TUTTI i requisiti specificati nella circolare (quanto specificato va a corredo della domanda di iscrizione, ndr) sono sicuramente soddisfatti.

Ma allora c’è qualcosa che non ho capito…

Be Sociable, Share!
  • Pingback: Lifestream May 3rd | Il taccuino di Armando Leotta()

  • concordo assolutamente. Come ho detto subito, non esiste una “versione economica” della PEC, per cui il ragionamento valido per l’hosting “paghi poco, hai poco”,con la PEC non è applicabile. Ci vorrebbe che qualche ordine, tipo quello degli ingegneri, che ha avuto il disservizio a tutto il suo sistema PEC (in convenzione con ARUBA) chiedesse verifiche in merito all’ente responsabile del rilascio dell’autorizzazione

    • Già. Hai Idea se c’è già una verifica in corso?

      • al momento non mi risulta niente. Il Codacons, ad esempio, ha minacciato subito class action su argomenti risibili ma su questo non ha detto nulla.

        • Il codacons, ad esempio, non mi è piaciuto per nulla: la reazione da Mantellini è stata imbarazzante secondo me. Poi, ognuno…

        • Il codacons, ad esempio, non mi è piaciuto per nulla: la reazione da Mantellini è stata imbarazzante secondo me. Poi, ognuno…

  • Pingback: Social media manager? A volte basterebbe buon senso | Telcoeye di Massimo Cavazzini()